Pilotare un relè bistabile

Bistabile

In caso di relè alimentati a batterie, per esempio termostati o temporizzatori giornalieri, è di fondamentale importanza usare relè a bassissimo consumo.

La bobina di un relè infatti ha una resistenza bassa e da attivo scaricherebbe le batterie in poco tempo, un’alternativa migliore può essere il relè bistabile o passo passo, questo infatti consuma solo durante gli scatti (frazioni di secondo).

Questi relè non sono molto facili da trovare, specialmente sotto i 12V, all’interno hanno un’ingranaggio dentato che ad ogni scatto passa in una posizione stabile diversa dalla precedente, esistono relè a bobina singola o doppia, per attivare un relè a bobina singola basterà alimentarlo come un normale relè, per disattivarlo basterà invertire la polarità dell’alimentazione, un relè a bobina doppia ha invece due bobine indipendenti, una per lo stato di ON e una per lo stato di OFF.

La resistenza in serie ai pulsanti serve per limitare il corto circuito in caso di pressione contemporanea degli stessi, va dimensionata anche in base alla bobina in modo da non limitare troppo la corrente, anche il condensatore, se troppo piccolo potrebbe non essere sufficiente ad innescare lo scatto.

Il condensatore si caricherà alla pressione del pulsante di ON alimentando per qualche millisecondo la bobina, una volta carico anche se si premerà sul pulsante di ON non succederà nulla perchè il condensatore sarà carico e si comporterà come un isolante, premendo invece il pulsante di OFF, il condensatore carico si troverà a polarità invertita in parallelo alla bobina, alimentandola per qualche istante, continuando a pigiare OFF non succederà nulla in quanto il condensatore continuerà ad essere scarico, un saluto e alla prossima.

I commenti sono chiusi.