Oscillatore a trigger di Schmitt

Oscillatoretrigger

E’ possibile realizzare un’oscillatore anche usando un 74hc14 o simili cioè un trigger di Schmitt invertente, somiglia alla not come simbolo con l’aggiunta di quella specie di rettangolino (che rappresenta una miniatura del grafico delle tensioni di soglia e tempo), come per la not usiamo ancora porte logiche e quindi circuiti integrati già pronti, il trigger è praticamente identico come funzionamento all’oscillatore ad operazionale, infatti R e C si ripresentano praticamente uguali, c’è una solita retroazione positiva che imposta soglie maggiorate a turno rispetto alla soglia teorica di Valmentazione/2 di solito.

L’oscillatore a trigger di Schmitt è poco stabile in frequenza, viene usato come oscillatore per via del basso numero di componenti, si usa spesso come squadratore di impulsi, cioè da un segnale sinusoidale o variabile in ingresso si ottiene un segnale quadro cioè netto, per via della solita isteresi introdotta.

E’ utile proprio per l’immunità ai disturbi viste le soglie che vengono variate a turno e che impediscono ai i disturbi (di valore minore rispetto alle soglie) di influenzare le commutazioni, le correnti in uscita sono sempre attorno ai 2mA, per potenziarle si può ricorrere al solito transistor per esempio bc368, un saluto e alla prossima.

I commenti sono chiusi.