Modificare un mini subwoofer

Probabilmente per risparmiare sui costi di produzione, alcuni altoparlanti sono realizzati in carta, e si deformano aumentando la distorsione, vediamo quindi come è possibile migliorare un mini subwoofer in potenza e anche qualità sonora.

Ho trovato un piccolo subwoofer economico su Aliexpress per una ventina di euro, basta digitare subwoofer 30W. E’ molto compatto, impedenza 4ohm, magnete al neodimio, cavi laterali, buona escursione e un diametro di circa 3 pollici.

L’unico problema è che il cono è fatto in carta e ad elevate potenze, è come se attenuasse il suono, il cono infatti si schiaccia con un dito, quando invece dovrebbe resistere alle elevate accelerazioni della bobina senza deformarsi minimamente.

La modifica è quella di rimuovere il primo cono in carta ed incollare in quello posteriore un cono più robusto sommando le due robustezze (nuovo cono+cono vecchio posteriore) mantenendo la stessa leggerezza iniziale per quanto possibile.

Per fare ciò stamperemo in 3d in abs un semplice cono spesso 2mm, alto 15mm e raggio 26mm, aiutatevi con un calibro, si trova sempre su Aliexpress per 3 Euro, come colla ho usato una Artiglio (policloroprenico).

Per realizzare il cono in Sketchup Make (2017), basta usare lo strumento seguimi lungo un cerchio, qua trovate comunque i files .skp e .stl.

Una volta incollato il cono, mettete un peso e lasciate ad asciugare per un uno o due giorni, alla fine il risultato è sorprendente, bassi profondi e potenti.

E’ consigliabile non aumentare troppo lo spessore del cono, perchè aumenterebbe il peso del cono e potrebbero variare i parametri del subwoofer.

 


Per garantire un suono più efficiente, senza cortocircuiti acustici, il subwoofer ha bisogno di una cassa acustica, può essere una cassa chiusa o un bass reflex, l’importante è che ci sia.

Il bass reflex è più complicato da realizzare, ha bisogno di un tubo accordato con misure specifiche, trovate diversi calcolatori online.

La cassa chiusa è più semplice da realizzare, basta isolare pneumaticamente una metà del subwoofer.

Io ho stampato in 3d una versione compatta, se volete qua ci sono i files.

La parte dove usciranno i cavi andrà forata e sigillata con della colla a caldo, volendo potete mettere degli spinotti.

Una cosa importante da fare è usare un materiale fonoassorbente (qualcosa di morbido) alle pareti per smorzare il suono prodotto dalla parte posteriore del subwoofer per quanto possibile, altrimenti nella cassa chiusa ci sarà un effetto molla, come materiale smorzante ho usato l’imballaggio dei pacchi postali.

Il coperchio andrà fissato con un po’ di colla, giusto per garantire una perfetta tenuta pneumatica.

In teoria servirebbe molto volume d’aria nella parte isolata per lasciare il cono più libero di muoversi e minimizzare l’effetto molla.

Alla fine il suono per questo mini subwoofer è molto buono, volendo potete aggiungere un crossover, io avevo intenzione di fissarlo sulla bici.

Se anche voi volete fare ciò, vi segnalo come amplificatore il pam8610 da 7V 15W, molto compatto, efficiente (classe D) ed un suono discreto e potente, funziona dai 7 ai 12V, il contenitore potete stamparlo in 3D e sigillarlo con della colla a caldo, non è necessario un dissipatore di calore, un saluto e alla prossima.

I commenti sono chiusi.